Marino Fardelli: “Il vertice era necessario per un accordo a tutela dei pendolari”

L’auspicato vertice tra le Regioni Lazio e Molise, non solo si è fatto, ma ha anche dato i suoi buoni frutti. Questa mattina, in una conferenza stampa, i Presidenti Zingaretti e Frattura hanno annunciato le importanti novità che riguarderanno il servizio di trasporto ferroviario delle due linee a partire dal ripristino della fermata di Cassino e dall’arrivo del treno Vivalto. “Sono molto soddisfatto dell’incontro che avevo auspicato da più di un anno – ha affermato il consigliere regionale Marino Fardelli – Purtroppo spesso, si arriva ad assumere decisioni proprio all’ultimo momento.

Ma comunque ben vengano tutte le novità annunciate questa mattina, a cominciare dal ripristino della fermata di Cassino del treno diretto a Campobasso la cui linea verrà potenziata da altri servizi fino all’arrivo del nuovo Vivalto che verrà inaugurato mercoledì prossimo e che potrà sicuramente contribuire al miglioramento di una linea ferroviaria, quella tra Cassino-Frosinone e Roma, che è tra le più lente ed inefficienti d’Italia”.

Dalla Regione Lazio fanno sapere che due nuovi treni saranno attivi da lunedì prossimo fino a dicembre: uno partirà dal Molise e arriverà alla stazione di Roma Tiburtina nel pomeriggio mentre l’altro partirà da Roma all’ora di pranzo. Ci saranno anche due nuovi bus per i pendolari che proseguono da Cassino a Campobasso e sarà la Regione Lazio a sostenerne i costi. “Investire nel trasporto pubblico è un segnale importante di attenzione alle esigenze dei cittadini e alla crescita e alla competitività di un territorio – ha aggiunto l’on.le Fardelli – Quello di oggi è un primo step, un importante primo passo che è seguito ai tanti appelli lanciati dal nostro territorio al Presidente Zingaretti e all’Assessore Civita chiamati più volte ad individuare soluzioni per migliorare i collegamenti.

Ringrazio i Presidenti Zingaretti e Frattura per aver trovato l’accordo dal quale trarranno beneficio tutti i cittadini pendolari” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo LB alla Regione Lazio.