Marino Fardelli: “Preoccupazione e stupore. Gli effetti sarebbero disastrosi per i lavoratori e per l’ambiente” e presenta una mozione al Consiglio regionale

Il governo Renzi è al lavoro per la messa a punto dei prossimi provvedimenti economici e, tra le scelte radicali, prevede la cancellazione di organismi che considera inutili e tra questi i Consorzi di Bonifica: “Accolgo la notizia con stupore e profonda preoccupazione – ha affermato il consigliere regionale Marino Fardelli – Proprio nel momento in cui la cura del territorio finalmente assume il ruolo di volano per la ripresa e lo sviluppo e di importante prevenzione per eventi come il dissesto idrogeologico, si vuole eliminare un ente, il Consorzio di Bonifica, che riveste un ruolo fondamentale e la cui importanza e valenza a questo punto devono essere riconsiderate.

Ecco perché ho presentato una mozione al Consiglio regionale del Lazio”. Nel documento il consigliere regionale Marino Fardelli, dopo aver evidenziato le questioni relative alla tutela dell’ambiente e dei lavoratori, chiede un impegno alla Giunta regionale per farsi portavoce presso la Presidenza del Consiglio delle ragioni per il mantenimento dei Consorzi di Bonifica in Italia. Intanto in un convegno presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, il Consorzio di Bonifica Valle del Liri ha presentato il piano degli interventi per la riduzione del rischio: “Un piano che per i prossimi tre anni verrà messo in atto sul territorio e che avrà effetti benefici per decenni – ha commentato il consigliere regionale Marino Fardelli – Parteciperò al convegno e porterò la riflessione su quanto è allo studio del Governo, proprio mentre in tempi come questi di scarsità di risorse è urgente il bisogno di un intervento straordinario contro il dissesto idrogeologico.

Le opere destinate alla difesa idraulica, sono quanto mai necessarie in una provincia, come la nostra, dove molte aree sono considerate al alto rischio” ha continuato l’on.le Fardelli. Mozione che ha trovato l’approvazione del Presidente nazionale dell’ANBI Massimo Gargano presente al convegno, il quale ha detto: “Non pesiamo sulle casse dello Stato. C’è una differenza con altri enti e mi spiace che Cottarelli non se ne sia accorto. La mozione del consigliere regionale Fardelli è un documento importante a difesa dei Consorzi di Bonfica”.

Durante i lavori del convegno sono stati illustrati tecnicamente tutti i progetti che il Consorzio di Bonifica intende realizzare nel prossimo triennio e che si prevedono su tutto il territorio di competenza: “Mi domando quindi che utilità avrebbe eliminare, anziché promuovere, una struttura che attua manutenzione, tutela e valorizzazione del territorio e che è in grado di svolgere un ruolo tecnico ed operativo nella realizzazione di opere ed investimenti – ha detto ancora il consigliere regionale Fardelli – D’altro canto, si creerebbe una situazione disastrosa per tutti i lavoratori dei consorzi che, insieme a quelli di Aci e Motorizzazioni pure nel mirino delle eliminazioni, sono 85.000.

Cifre esorbitanti che non possono trovare alcuna giustificazione in quella che viene definita una innovazione nel campo della pubblica amministrazione” ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli, capogruppo Udc alla Regione Lazio.