Si, mi ricandido

Si, mi ricandido

Il mio percorso verso la riconferma al Consiglio regionale del Lazio non sta iniziando in questi giorni di campagna elettorale. Da cinque anni lavoro in Regione Lazio, a stretto contatto con il Presidente Nicola Zingaretti, perché alla provincia di Frosinone fosse data un’opportunità. Cinque anni di lavoro coraggioso che ha rimesso in ordine i conti nella sanità con il superamento di un commissariamento che aveva umiliato il nostro territorio, con il cambiamento della mobilità dove il Cotral è tornato ad essere un’azienda sana e dove si sta investendo nella nuova flotta con autobus moderni e funzionali e nelle ferrovie dove le condizioni di viaggio della FL6 sono migliorate grazie ai nuovi treni ma per la quale ora si deve pensare ai tempi di percorrenza.

Con il Governo del Presidente Zingaretti siamo stati la prima Regione ad eliminare i vitalizi, abbiamo portato il Consiglio regionale a dimezzare i propri costi, abbiamo eliminato e ottimizzato Enti e partecipate, abbiamo creato risparmi eliminando gli sprechi e iniziando un percorso di investimenti. Quello che è stato fatto è davvero tanto ma non è sufficiente. E’ proprio per questo motivo che mi ripropongo per una conferma.

E’ necessario che questo percorso di cinque anni continui e possa ora mettere a frutto tutti i risultati raggiunti. In questi cinque anni ho vissuto il grande privilegio di incontrare cittadini, amministrazioni, Sindaci, associazioni che forse non avrei incontrato mai. Mondi, settori, professioni, categorie nei quali sono entrato per un progetto collettivo che, come ha fatto il Presidente Zingaretti, ha riconnesso la politica alla società, ha unito le due parti che sono ancora ampiamente sfibrate, abbiamo ascoltato i bisogni, avanzato soluzioni e lavorato ricostruendo giorno dopo giorno il tessuto di fiducia con i cittadini a partire dalle fasce più deboli, quelle che stanno peggio e che oggi più che mai hanno bisogno di più giustizia sociale e di migliori e più efficaci risposte ai loro problemi.

Il mio appello agli elettori è affinchè non venga fermato questo processo, questa ragione profonda che ha animato il mio lavoro in Consiglio regionale e in tutta la provincia di Frosinone dove in questi cinque anni sono stato sempre presente. La Regione Lazio ha raggiunto il primo traguardo restituendo anche al nostro territorio la credibilità per competere. Sento profondo il dovere di non sprecare i sacrifici fatti da tutti i cittadini e ora che il Lazio è più forte di cinque anni fa, è nostro preciso impegno continuare questa strada, perché ricominciare sarebbe un dramma. Non possiamo assolutamente fermarci”.

2018-02-07T11:47:51+00:001 Gennaio 2018|